Come fare Trading sul Petrolio con i CFD

Plus500 (Il 76,4% dei conti CFD al dettaglio perde denaro) è tra i broker più sicuri d’Europa, per tale motivo è possibile utilizzare la piattaforma per iniziare a fare trading con i CFD su materie come il petrolio. Il trading online ha conosciuto particolare crescita negli ultimi anni divenendo in breve tempo uno dei settori maggiormente redditizi della rete, grazie ad un conto Plus500 è possibile fare trading sul petrolio ed altre materie prime.

Perché l’oro nero è sempre più ambito dagli investitori

Il trading sull’oro e sul petrolio sono praticamente gli investimenti più utilizzati in tutto il mondo, la scelta non sorprende se si pensa al loro valore e ai profitti che è possibile ottenere. Il petrolio serve a generare materie come benzina, diesel, olio e ad oggi non ha mai perso la sua importanza. Estratto dai pozzi petroliferi viene poi raffinato e destinato a diversi mercati. L’estrazione richiede piattaforme petrolifere e zone ricche di greggio, il recupero non sempre è semplicissimo e il prezzo e l’inflazione del petrolio dipendono da una serie di fattori che si potrebbe definire di causa ed effetto. Quando il prezzo del petrolio aumenta, aumenta anche l’inflazione e viceversa.

Fare trading sul petrolio con i CFD: cosa sono e come si usano

Nel trading del petrolio si sono sviluppati anche i CFD ovvero i contratti per differenza che permettono anche ai piccoli investitori di partecipare al mercato. Per fare trading CFD sul petrolio si utilizzano quasi sempre i broker. All’inizio utilizzando una piattaforma come Plus 500 (Il 76,4% dei conti CFD al dettaglio perde denaro) è possibile aprire un conto demo che ha una durata illimitata, questo permette a tutti di imparare a fare trading come professionista. Infatti è bene conoscere le regole e le dinamiche prima di immettersi sul mercato, ad esempio è utile sapere che il mercato può subire delle forti oscillazioni e quindi bisogna studiare una strategia ad alto livello, che possa sopravvivere. Come muoversi? Plus 500 (Il 76,4% dei conti CFD al dettaglio perde denaro) è una piattaforma trasparente autorizzata a fornire solo CFD quindi è bene attenersi a quelli.

Perché scegliere Plus 500 come piattaforma per fare trading online 

Plus500 è un sito molto serio, (Il 76,4% dei conti CFD al dettaglio perde denaro) , uno dei migliori di CFD con cui è possibile fare trading in azioni, Forex, Indici, materie prime e ETF. Il sito non promette di fare soldi facili quanto piuttosto di accedere ad una piattaforma per imparare velocemente e in modo semplice ed intuitivo come muoversi nel settore. Si inizia con una modalità demo del tutto gratuita, è possibile accedere a grafici e quotazioni dal vivo così da poter seguire i prodotti finanziari, la loro stabilità e affidabilità.

Si tratta di una piattaforma veramente di facile utilizzo rispetto ad altre presenti sul mercato, in cui vengono riuniti sia trader esperti che persone che approcciano per la prima volta a questo mercato. I trader hanno a disposizione più di duemila strumenti e venti mercati diversi su cui operare. Il servizio è disponibile non solo in italiano ma in 32 lingue diverse per oltre 60 paesi, così da accontentare chiunque e ovunque. La comodità di Plus500 (Il 76,4% dei conti CFD al dettaglio perde denaro) è data dalla possibilità di fare trading praticamente ovunque, dal cellulare, tablet e pc in qualunque luogo ci si trovi.

Il mercato offre la possibilità di puntare su molte materie, il petrolio rappresenta una grande scommessa ma complessivamente è chiaro poter affermare che offre margini di guadagno assolutamente notevoli. Fondamentale però è affidarsi ad una piattaforma professionale come Plus500 (Il 76,4% dei conti CFD al dettaglio perde denaro) .

Disclaimer
bariledipetrolio.it è un sito con finalità esclusivamente didattiche, i contenuti presenti non devono essere intesi in alcun modo come consiglio operativo di investimento né come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. Qualunque strumento finanziario venga eventualmente citato é solo a scopo educativo e didattico. Gli articoli di questo sito non costituiscono servizio di consulenza finanziaria né di sollecitazione al trading online.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria. Tra il 66 e l'89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro. Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *